Stampa serigrafica

 Il viaggio della serigrafia

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa che mediante l’utilizzo di un tessuto, permette la riproduzione artistica di immagini e grafiche su qualsiasi supporto o superficie. L’inchiostro viene fatto depositare su un supporto attraverso le aree libere del tessuto.

Il termine "serigrafia" deriva dal latino "seri" (seta) e dal greco "grapho" (scrivere), questo perché i primi tessuti utilizzati come stencil erano di seta. In ambito commerciale è usata principalmente per stampare immagini su diversi supporti fra cui polipropilene, polietilene, carta, metalli e legno.

La serigrafia può essere fatta risalire al 9000 aC, quando gli stampini venivano usati per decorare le tombe egizie e i mosaici greci. Dal 221 al 618 d.C. gli stencil furono usati in Cina per la produzione di immagini di Buddha. Gli artisti giapponesi hanno trasformato la serigrafia in un'arte complessa sviluppando un intricato processo in cui un pezzo di seta è stato teso su un telaio per fungere da supporto per gli stampini tagliati a mano.

La stampa serigrafica ha trovato la sua strada in Occidente nel XV secolo. Il materiale originale utilizzato nella serigrafia era la seta. Da qui il nome Serigrafia. Oggi il poliestere è il tessuto preferito.

La serigrafia può essere suddivisa in diverse tipologie in funzione delle procedure e dagli obiettivi. Fra queste abbiamo la serigrafia grafica ovvero quella intesa per stampa pubblicitaria o di illustrazioni e grafici o disegni e la serigrafia industriale che definisce le applicazioni di decorazione funzionale e non solo decorativa (pannelli di comando, segnaletica stradale ecc.).

Tornando al funzionamento di questa tecnica, una volta disegnato o trasferito lo stencil sul telaio, questo viene posto sul supporto scelto, l'inchiostro viene poi posizionato sulla parte alta del telaio e con la racla (una spatola di gomma), viene disteso sull'intero telaio, comprese ovviamente le aree aperte al substrato, di conseguenza l'inchiostro, attraversando gli spazi aperti, si deposita sul supporto. A questo punto possiamo rimuovere il telaio per permettere al supporto di asciugare.

Il telaio ovviamente viene riutilizzato dopo essere stato pulito.

Il processo di stampa è molto laborioso; dalla creazione dei disegni, al trasferimento sullo schermo, alla miscelazione dei colori e alla stampa di un'edizione. In genere una stampante serigrafica consente il 10% in più di ciò che desidera per una dimensione di edizione per tenere conto delle immagini rifiutate a causa di errori di stampa

Un tipografo serigrafico di solito realizza un'edizione limitata dei suoi progetti. Un'edizione di una stampa fine art include tutte le immagini pubblicate contemporaneamente. Le edizioni delle serigrafie vanno da 1 a 500 stampe. La dimensione dell'edizione può essere determinata dal processo di stampa stesso, come quando uno stencil si consuma, ma di solito l'edizione è limitata dall'artista. Poiché gli stampini vengono distrutti dopo la stampa, ogni edizione è unica.

Le stampe della stampa serigrafica sono firmate e numerate nel margine inferiore della stampa con quella che sembra una frazione. Il numero superiore rappresenta l'impressione all'interno della serie e il numero inferiore indica la dimensione dell'edizione.

Se hai necessità di una consulenza, un preventivo o l’indicazione di un produttore di compila il form sottostante e ti metteremo in contatto con l’azienda più qualificata ed in linea con le tue esigenze.

 
   


 
   


 
    


 
   

Richiedi informazioni

* campo obbligatorio

Rilascio il pieno utilizzo dei dati da me qui riportati dopo aver letto compreso in ogni sua parte l' informativa privacy così come previsto dal regolamento europeo GDPR 2016/679