Metacrilato Colato

Le lastre di metacrilato colato, proprio come dice il nome, vengono prodotte tramite colatura del monomero tra due lastre di vetro, sottoponendole successivamente al ciclo termico. Questa tecnica produttiva fa sì che la lastra di metacrilato colato sia priva di tensioni e con proprietà meccanica in tutte le direzioni. Il pmma colato è un materiale che si fa preferire all'estruso in quanto ha una lavorabilità eccellente, superiore rispetto al pmma estruso, tanto da venire considerato come il "plexiglas per eccellenza". Oltre ad una resistenza superiore alle aggressioni delle sostanze chimiche, il pmma colato mostra in particolare le sue alte performance quando viene sottoposto a termoformatura, al taglio e marcatura con laser CO₂ e all'incisione con laser CO₂ o con pantografo, inoltre è un prodotto facile da piegare, da tagliare, forare, fresare e incollare.
 


Tuttavia la colatura potrebbe comportare lievissime variazioni di spessore, ciò lo rende meno idoneo per le applicazioni ad incastro dove si predilige il pmma estruso.
Durante la termoformatura le lastre di metacrilato colato si deformano omogeneamente in tutte le direzioni, mentre le lastre di metacrilato estruso possono dilatare in modo eterogeneo a seconda di come si orienta il materiale rispetto al senso di estrusione. In caso di taglio a laser si ottengono dei bordi perfetti e lucidi, senza sbavature, inoltre il risultato ottenuto a seguito di marcatura con laser CO₂ sul pmma colato è un’incisione bianca nettamente contrastante con la trasparenza del materiale, per cui di grande effetto e particolarmente apprezzata dai designer per produrre oggetti lucidi ed eleganti.

scopri di più